Viaggi bici in solitaria

Altro giorno in Chilecito - giorno 155
Mercoledi, 06 Luglio 2011

Oggi visito tutti i punti di interesse della città che avrei voluto visitare il giorno precedente.

Per prima cosa raggiungo la lunga scalinata che porta alla statua del Cristo Redentor, una enorme statua bianca del cristo alta decine di metri.
Da qui si ha una bella veduta della città.

Successivamente raggiungo un altro punto panoramico, seguendo la via crucis, dove si ha una visuale ancora migliore della città.

Infine visito la vecchia stazione del Cablecarril, 35km di cavi che da Chilecito portavano con dei vagoni i minatori ai 4700m della miniera La Mejicana.
La stazione ha smesso l'attività nel 1935, ma funziona ancora!

Chiesa principale di Chilecito I 30 e passa kilometri di cavi per raggiungere la Mejicana a 4700m Veduta del vecchio Cablecarril di Chilecito I vagoni che trasportavano minerali e minatori alla La Mejicana a 4700m Vecchi vagoni del cablecarril in Chilecito Cablecarril in Chilecito Vista di Chilecito dalla Via Crucis in Chilecito Percorso della Via Crucis in Chilecito Cristo Redentor in Chilecito Veduta di Chilecito dalla statua del Cristo Redentor in Chilecito Statua del Cristo Redentor in Chilecito Salita alla statua del Cristo Redentor in Chilecito Strade di Chilecito
aggiungi un commento | (6)
Venerdi, 22.7.2011 22:46 scritto da: Luca M
Ciao Matias, tieni duro e in bocca al lupo per la febbre,
spero ti passi alla svelta, di certo ne uscirai temprato da questa esperienza, le influenze bresciane ti faranno un baffo ;) a presto! Luca ps: mi raccomando una foto ai fenicotteri rosa!!
Venerdi, 22.7.2011 19:59 scritto da: Marina
Caspita Matias,niente ti abbatte!! Che te lo dico a fare di guarire bene prima di riprendere il viaggio.....SEI GIA' PARTITO!!! E che programmino ti sei preparato....4ooom....6600m....Bè,se tu non fossi Supermatias non avresti nemmeno iniziato la tua avventura,giusto? Bacioni e abbracci curativi ma anche colmi di ammirazione!!!!! CIAOOO
Venerdi, 22.7.2011 16:40 scritto da: Bi.Ci.
Caro Matias, quando eri piccolo tuo papà ti cantava:
soy un choja chiquitito, vivo solo en my ranchito;
con my burro y con my perro ya me voy camino al cerro,
cuando toco en my quena se me van todas las penas.
Forse ti ricordi anche la melodia?
Strabaci e guarisci presto!!!
Venerdi, 22.7.2011 15:25 scritto da: Matias
Ciao a tutti.
Ho lasciato tutto l'equipaggiamento in Belén (Catamarca) e sono tornato con un bus a San Fernando del Valle de Catamarca (la capitale di Catamarca) per vedere il festival del poncho, che si tiene ogni anno.
Durante il tragitto mi è ritornata la febbre, questo perchè nel bus sparavano l'aria condizionata al massimo e tutta la gente aveva la tosse..
Cercherò di aggiornare il resto dei giorni (che sono tanti) un poco alla volta.
Infatti dopo Chilecito (La Rioja) ho raggiunto la capitale di Catamarca e successivamente ho fatto un'inversione a U di 6 giorni, passando per una stupenda zona della provincia di Tucuman (la Cuesta del Indio, che arriva fino a 3050m) e successivamente ho virato a sud per tornare in Catamarca a Belén.
L'ultimo giorno di viaggio a 100km da Belén mi sono ammalato a 2300m nel mezzo del deserto e a 40km dal primo "avamposto" umano. La notte ha fatto -15 gradi ed avevo 39 di febbre più brividi.
In anteprima vi dico cosa farò nelle prossime settimane. Visiterò la ruta dell'Adobe da Tinogasta a Fiambalà, un percorso che raggiunge zone dove tutto è costruito in adobe e molto pittoresco. Successivamente in fiambalà visiterò le dune di Saujil, Medanitos e Tatòn, dove è passata la Dakar negli ultimi anni.
Per finire tornerò a Belén e raggiungerò una zona spettacolare, dove vive gente veramente indigena che alleva e si nutre di lama e vicugne e vive isolata dalla civiltà. Il posto che raggiungerò si chiama Antofagasta de Las Sierras e la strada passerà per la stupenda Laguna Bianca, con fenicotteri rosa (flamencos) e Vicugne e dove il 1 di agosto si terrà un rituale inca chiamato Corpachada a la Pachamama (la madre terra) e successivamente passerò per l'incredibile Campo de Piedra Pomez, una specie di deserto pieno di pietre bianche (cercate su google le immagini) a 4000 metri. Infine raggiungerò Antofagasta de Las Sierras, dove vorrò fare un'escursione al vulcano con la bocca più grande del mondo (Volcan Galan a 6600m) e passando per diverse lagune ad alta quota raggiungere il Salar del Hombre Muerto (bel nome eh?) dove si trovano le antiche rovine inca di Mina Incahuasi.
Tutte queste tappe mi terranno impegnato fino alla prima metà di Agosto, sperando che la malattia non rovini i piani.
P.S. ah ho visto per la prima volta dei veri coyas, come vengono chiamate le popolazioni indigene degli altopiani argentini, che vivono ancora di una economia di sussistenza, allevano animali e fabbricando artesania (raggiunta la vetta della cuesta del indio a 3050metri c'erano dei coyas con dei lama :) ).
Giovedi, 21.7.2011 22:16 scritto da: Bi.Ci.
Che strana questa città. E' si grande, ma non sembra una vera città, bensì un villaggio del Far West con quelle case così semplici ed incomplete, a mio parere.
Giovedi, 21.7.2011 21:58 scritto da: silvano
finalmente ti risentiamo, ciao uomo.
Dune di Saujil - giorno 180 Domenica, 31 Luglio 2011
Primo giorno alle terme di Fiambalá - giorno 179 Sabato, 30 Luglio 2011
Ruta del adobe e Termas de Fiambalá - giorno 178 da Tinogasta a Termas de Fiambalá - Venerdi, 29 Luglio 2011
Viaggio per Tinogasta - giorno 177 Giovedi, 28 Luglio 2011
Londres e rovine inca di Shincal - giorno 176 Mercoledi, 27 Luglio 2011
Ulteriore giorno malato in Belen - giorno 175 Martedi, 26 Luglio 2011
Continua la malattia - giorno 174 Lunedi, 25 Luglio 2011
Si ritorna a Belén - giorno 173 Domenica, 24 Luglio 2011
Cuesta del Portesuelo e rovine inca introvabili - giorno 172 Sabato, 23 Luglio 2011
Festival del Poncho in San Fernando - giorno 171 Venerdi, 22 Luglio 2011
Ritorno per qualche giorno a San Fernando del Valle del Catamarca - giorno 170 Giovedi, 21 Luglio 2011
Brutta notte nel deserto con 39 di febbre - giorno 169 da Campo su rn40 a Belén - Mercoledi, 20 Luglio 2011
Si ritorna in Catamarca - giorno 168 da Aimacha del Valle a Campo su rn40 - Martedi, 19 Luglio 2011
I 3050m del El Infiernillo - giorno 167 da El Mollar a Aimacha del Valle - Lunedi, 18 Luglio 2011
Cuesta del Indio - giorno 166 da Monteros a El Mollar - Domenica, 17 Luglio 2011
Raggiunto Monteros de Tucumán - giorno 165 da La Cocha a Monteros - Sabato, 16 Luglio 2011
Entro in Tucumán - giorno 164 da Catamarca Capital a La Cocha - Venerdi, 15 Luglio 2011
Ultima giornata in San Fernando - giorno 163 Giovedi, 14 Luglio 2011
Gita nei dintorni di Catamarca Capital - giorno 162 da Catamarca a Dintorni Catamarca - Mercoledi, 13 Luglio 2011
Terzo giorno in San Fernando - giorno 161 Martedi, 12 Luglio 2011
Cuesta del Portesuelo - giorno 160 Lunedi, 11 Luglio 2011
Giunto a Catamarca Capital - giorno 159 da Campo fuori Chumbicha a San Fernando del Valle de Catamarca - Domenica, 10 Luglio 2011
Si entra nella provincia di Catamarca - giorno 158 da Aimogasta a Chumbicha - Sabato, 09 Luglio 2011
Da Pituil a Aimogasta - giorno 157 da Pituil a Aimogasta - Venerdi, 08 Luglio 2011
Partito per Pituil - giorno 156 da Chilecito a Pituil - Giovedi, 07 Luglio 2011
Altro giorno in Chilecito - giorno 155 Mercoledi, 06 Luglio 2011
Chilecito - giorno 154 Martedi, 05 Luglio 2011
Arrivato a Chilecito - giorno 153 da Campo verso Cuesta de Miranda a Chilecito - Lunedi, 04 Luglio 2011
Verso la Cuesta de Miranda - giorno 152 da Parque Talampaya a Campo verso Cuesta de Miiranda - Domenica, 03 Luglio 2011
Parque Nacional Talampaya - giorno 151 Sabato, 02 Luglio 2011
Provincia La Rioja - giorno 150 da Parque Ischigualasto a Parque Talampaya - Venerdi, 01 Luglio 2011
Giorno n°
Paese
Stato
Località
Pros. tappa
Dist. totale
#966
Messico
Oaxaca
Oaxaca
Italia
29309 km
flickr mappa live google mappa live
immagine meteo
16° C
San Cristobal De Las Casas,Mexico
01.06.2017 - 03:46 AM
Vento: 4 km/h da SW
Umidità: 93%
Visibilità: 13 km
Precipitazione: 4.0 mm
Pressione: 1010 mb
% nuvole: 81%
vai a worldweatheronline.com
statistiche