Viaggi bici in solitaria

Arrivato ad Arequipa - giorno 314
da Imata a Arequipa - Lunedi, 12 Dicembre 2011
Distanza:
Orario:
Sulla bici:
134 km
07:00 - 16:30
7 h 44 m
Meteo:
Temperatura:
Velocità media:

3° min - 22° max.
17.2 km/h
Dislivello:
Altitudine max:
Terreno:
945 mt
4470 mt
asfalto

La mattina faccio colazione con una zuppa di agnello e mate di coca, presso l'unico ristorantino aperto alle 6.
E' abitudine andina (della parte indigena) fare la colazione come se fosse un pranzo, ma a me sinceramente non piace.

Lascio Imata sotto la neve, ma con la strada pulita.
Pedalare con il paesaggio innevato è una novità per me e non mi dispiace affatto.

55km di strada attraverso la Reserva Nacional Salinas y Aguada Blanca, mi fanno passare per splendidi scenari di bellezza naturale, dove all'orizzonte figurano i 3 magnifici vulcani che circondano la città di Arequipa: il Misti di 5852m, attivo e dalla perfetta forma conica, che sovrasta da vicino Arequipa, il maestoso Chachani di 6075m, a nord del Misti ed infine il più piccolo Pichu Pichu di 5540m.
Tutti questi vulcani sono sempre circondati da nuvole e la visione è spettacolare.

Raggiungo finalmente il villaggio e posto di pedaggio di Patahuasi, dove un'altra strada prosegue a nord per Chivay ed il Canyon del Colca.
11km dopo Patahuasi ed un forte vento contrario (il solito vento ovest che sbuca le prime ore del pomeriggio) inizia una lunga discesa di 40km fino a Yura.
La discesa è molto bella, con la visuale del Chachani a sinistra e della Quebrada Seca a destra, ma il vento è sempre contrario e forte.

Verso la fine della discesa vedo in lontananza un altissimo edificio che parrebbe un grattacielo.
Successivamente capisco invece che è una torre di un enorme centro industriale, il YURA S.A.
Il paesino di Yura è quindi sorto accanto a questa grossa fabbrica.
Da Yura fino alla periferia di Arequipa, passo in una zona desertica davvero orrenda, con nuclei abitativi davvero squallidi (i più squallidi che abbia mai visto dall'inizio del viaggio, se vivessi qui mi ubriacherei dalla mattina alla sera) e dai nomi che fanno pensare, tipo "La casa de Dios"...

Scatto qualche foto ma non mi sento a mio agio, visto gli sguardi della gente del posto.
Gli ultimi 9km invece sono decisamente migliori, essendo ormai entrato nel nucleo principale della seconda città più grande del Perù: Arequipa (2350m slm).

Giunto in città trovo alloggio in un bel ostello coloniale, il Koala in Calle Puerto Grau, zona centrale a 4 isolati dalla splendida Plaza de Armas ed i suoi edifici in Sillar (la pietra vulcanica bianca che ha dato il nome di Ciudad Blanca alla città).

Eppure ci vive gente... Abitati squallidi prima di Arequipa A 15 km da Arequipa inizia una lunga serie di sobborghi squallidissimi Una pista di go-cart nel deserto arequipeño Yura S.A., l'orrenda fabbrica nel deserto arequipeño Avvicinandomi meglio scopro che è una mega fabbrica nel deserto, Yura In lontananza vedo un grande edificio che penso sia un grattacielo Le linee di Arequipa (versione povera di quelle di Nazca) Una zona di campi verdi coltivati nella Quebrada Seca La ferrovia del tratto Juliaca-Arequipa passa per la Quebrada Seca Prima di Yura inizia la Quebrada Seca Costeggio a nord il vulcano Chachani (6078m) Finita la Reserva Salinas y Aguada Blancas inizia una lunghissima discesa verso Yura In lontananza il vulcano Misti Immortalo la vigogna mentre defeca... Una vigogna solitaria nella Reserva Salinas y Aguada Blancas Il Rio Chili passa per una piccola quebrada Rio Chili (Arequipa) Raggiungo il bel Rio Chili La strada passa accanto a rocce dalle splendide venature Splendida strada verso i vulcani arequipeñi (2) Splendida strada verso i vulcani arequipeñi Sulla strada vedo sempre all'orizzonte i 3 vulcani Raggiungo il mirador dei 3 splendidi vulcani arepiqueños In lontananza vedo i vulcani Chachani e Pichupichu Dopo qualche decina di chilometri lascio la zona innevata Strada infinita all'interno della Reserva Salinas y Aguada Blancas Ogni tanto qualche piccolo promontorio roccioso nel mare bianco Riposo un attimo per il freddo (sotto zero) Un gruppo di vigogne si muove tra la neve nella Reserva Salinas y Aguada Blancas Il biancore del terreno e del cielo Parto la mattina da Imata con la neve
aggiungi un commento | (32)
Lunedi, 02.1.2012 06:32 scritto da: Bi.Ci.
Carissimo, aspettavo tue notizie ed ora che so che sei a Lima sono contenta.
BUON ANNO NUOVO!!!
Hai già qualcosa per cui essere contento e cioè che, se gli automobilisti peruviani ti hanno ripetutamente spaventato, non ce l'hanno fatta ad investirti.
In attesa dei tuoi aggiornamenti, ti auguro buona permanenza a Lima.
A proposito dei fuochi artificiali sappi che in molte città italiane, tra cui Brescia, li hanno vietati perchè pericolosi ed antiecologici.
D'ora in poi faremo FESTA con soli canti e balli.
Strabaci!!!
Domenica, 01.1.2012 20:06 scritto da: Matias
In questo momento stò preparando tutte le foto ed i testi del diario, però avrò qualche problema ad aggiornare il sito, perchè l'ostello dove sono alloggiato ha il router adsl ko e quindi ogni volta devo farmi un bel pezzo a piedi per cercare un locale che abbia wifi e presa elettrica.
Domenica, 01.1.2012 18:20 scritto da: Matias
Ciao a tutti sono arrivato ieri pomeriggio a Lima (111km dalla spiaggia dove mi ero accampato). Ho rischiato 3 volte che mi mettessero sotto con l'auto. Tra Santiago de Chile, La Paz e LIma, le capitali dove sono entrato in bici, Lima è sicuramente la peggiore. Non esiste nessuna via alternativa (almeno non l'ho trovata), che non sia l'autopista (autostrada), dove sfrecciano senza interruzioni migliaia di veicoli. I peruviani sono i peggiori guidatori che abbia mai visto... Sfrecciano ad altissima velocità e si superano a destra e sinistra senza guardare che passi qualcuno (così ho rischiato una volta). Inoltre frenano solo gli ultimi metri... Ogni volta che vedo un camion ribaltato al lato della strada, mi viene quasi da dirgli ti sta bene! La notte del 31 in Lima pensavo facessero qualche spettacolo (tipo un concerto) e fuochi d'artificio. Delusione totale, niente spettacolo e fuochi d'artificio della mutua (eran più belli quelli che compravo io da ragazzino).
Sabato, 31.12.2011 16:14 scritto da: bera
auguri per un nuovo anno vissuto intensamente, ciao lupo solitario
Giovedi, 29.12.2011 19:35 scritto da: silvano
Vai girardengo, vai grande campione nessuno ti segue su quello stradone! BUON FINE ANNO e BUON INIZIO, ovunque e con chiunque tu lo passerai. Vai uomo!!
Giovedi, 29.12.2011 16:39 scritto da: Ivano
Dove ti troverai per il primo giorno dell anno non sarà un problema !!!!!! stai facendo la cosa più BELLA AL MONDO !!!!
nei posti più BELLI AL MONDO !!!!!!!!!!! ancora BUON ANNO !!!!!!!!!!!!!!
Giovedi, 29.12.2011 08:18 scritto da: Bi.Ci.
Forza Matias che ce la fai!!!
Pensa alla differenza tra i festeggiamenti del 31 dic.2010 e quelli del 31 dic. 2011.
Un abbraccio fortissimo e BUON ANNO NUOVO!
BUONO E BELLO E FELICE PER DAVVERO!!!
Giovedi, 29.12.2011 00:25 scritto da: Matias
Ho deciso che vado a Lima e dovrei farcela per il 31.
Da qui a Paracas (dove mi trovo ora) sono 260km circa, ma approfitto del fatto che l'escursione di domani alle Islas Ballestas dura solo 2 ore e quindi avrei il pomeriggio per fare quei 70-80km ed i restanti il 30 e 31.
Certo arriverò giusto poche ore prima del Capodanno, ma meglio di niente.
In Lima resterò 4-5 giorni oppure fin quando i prezzi scendono a livelli ragionabili (avevo pensato pure a prendere 1 aereo per non farmi 20 ore di bus...).
Mercoledi, 28.12.2011 15:54 scritto da: Matias
Oppure un'altra opzione.
Domani visito le Islas Ballestas e poi torno indietro a Nazca da dove prenderò la strada per Cuzco...in bici! (parecchia salita!!)
Ho controllato ora la distanza a Lima, troppo lontano per arrivare il 31.
Quindi, passerò l'anno nuovo per la strada, pazienza!!
Mercoledi, 28.12.2011 15:42 scritto da: Matias
Ciao a tutti.
Sono arrivato ieri a Huacachina dopo aver fatto 154km.
Oggi vado a Paracas per vedere le Islas Ballestas (domani).
Per scrupolo ho voluto vedere i prezzi dei bus a Cuzco (in Ic, la città accanto a Huacachina) e sono assurdamente alti.
Avevo sottostimato il fatto che siamo vicini all'anno nuovo ed i prezzi sono saliti alle stelle (tipo 4-5 volte i prezzi normali).
Neppure se fossi ricco spenderei così tanto per un passaggio, quindi stravolgo completamente i piani e da Paracas proseguirò in bici a Lima (sperando di arrivare il 31, ma non ho ancora verificato la distanza).
In Lima aspetterò che si abbassino i prezzi (forse il 2 Gennaio) per prendere un bus a Cuzco.
x Ivano: Grazie!
Martedi, 27.12.2011 00:22 scritto da: ivano
AUGURI PER UN FELICE NATALE E UN ANNO NUOVO SEI FORTE!!!!!!!!!!!!!!!
Lunedi, 26.12.2011 18:46 scritto da: Matias
Ciao Tiziano ed un grandissimo grazie per i complimenti!
Oggi ho effettuato il volo con un biplano Cessna da 4 passeggeri. Cercando il volo più "economico" sono comunque riuscito ad ottenere un aereo da 4 posti e non da 12, ma è comunque sempre caro per un volo da 30 minuti (tra volo e tasse aeroportuali ho speso 73€ circa).
Era dai tempi del servizio militare (effettuato nella base militare di Ghedi), che non volavo su un aereo così piccolo. Beh.. i vuoti d'aria si sentono tantissimo!!!
Le figure nel deserto (12) sono molto belle, ma solo poche si vedevano nettamente, la maggioranza sono davvero molto fragili e si stanno deteriorando al punto che dovrò lavorare bene con photoshop perchè si vedano.
Domani riparto per le dune di Huacacina (dove facendo un tour de force di 150km e 1000m di dislivello stimati vorrei accamparmi) e successivamente Paracas, dove visiterò le isole Balletas.
Il 29 o 30 prenderò un bus per Cuzco (Machu Picchu si avvicina!).
Posto il link di una foto dell'oasi di Huacacina:
http://v10.lscache1.c.bigcache.googleapis.com/static.panoramio.com/photos/original/1819204.jpg
Lunedi, 26.12.2011 01:06 scritto da: Tiziano
Ciao Mattias ,oltre a porgerti gli auguri di natale ed di un felice 2012,voglio complimentarmi con te per la grande determinazione che hai. Non ti spaventa niente,vivi questo viaggio proprio come un vero esploratore,ogni volta che leggo le tue recensioni mi viene in mente uno dei miei idoli il grande Walter Bonatti che con le sue innumerevoli esplorazioni/avventure nel mondo ci insegna ha non mollare mai.Ciao, non mollare,con stima Tiziano
Domenica, 25.12.2011 22:58 scritto da: Matias
Gracias Omar!
Cuando vuelva a mi pais, esperate un regalo de mi parte!
Domenica, 25.12.2011 17:54 scritto da: Omar
hola Matías!! hoy es navidad y te envio mi mas fraterno saludo. Que te encuentres muy bien. Fuerte abrazo
Domenica, 25.12.2011 01:52 scritto da: Matias
Ciao a tutti, mi trovo a Nazca.
Domani avrei voluto vedere le linee, ma è Natale ed ovviamente non partono i voli, quindi aspetto Lunedi.
Martedi riparto per Ica, Paracas e le Islas Balletas.
Da li prenderò un bus il 30 per Cuzco, dove passerò il capodanno.
In Cuzco rimarrò probabilmente una settimana per visitare la città, la valle sacra e poi partirò per Machu Picchu in bici!
x Armando, Bi.Ci, Marina e Silvano: grazie!!
x Stefano: ciao!! ormai ho quasi raggiunto gli 11.000km! Ah, probabilmente ti manderò mia madre a comprare una maglia capilene 1 maniche lunghe perchè adesso inizia a far davvero caldo e le 2 che avevo (maniche corte) le ho perse in Bolivia!!!
Sabato, 24.12.2011 22:52 scritto da: Armando
Ciao Matias,
Auguri di Buon Natale
Sabato, 24.12.2011 08:07 scritto da: Bi.Ci.
NAM MYOHO RENGE KYO
NAM MYOHO RENGE KYO
NAM MYOHO RENGE KYO
BUON NATALE MATIAS!!! Ti siamo vicini con la mente e col cuore :)
Giovedi, 22.12.2011 19:09 scritto da: silvano
ciao Mattia, sono mancato per un pò, volevo solo salutarti e complimentarmi per il proseguimento del tuo viaggio. In bocca al lobo! ciao uomo.
Giovedi, 22.12.2011 17:40 scritto da: stefano_pata
Ciao Matias!!!!
Allora?? Tutto ok?? E' un sacco di tempo che non scrivo nulla ma ti seguo... non tutti i giorni (sono sincero).
Appena passate le feste (negozio parlando), mi prendo del tempo per leggere un bel pò dei tuoi report che mi sono perso.
Complimentoni per la quota 10.000km!!! Traguardi....!!!!
Per ora ti saluto e ti auguro un buon -diverso- natale!!
Martedi, 20.12.2011 22:59 scritto da: Marina
ciao,spero che il mare ti rimetta in sesto, a me fa sempre quest'effetto. Con le dune poi dev'essere bellissimo.....ma questa volta non vado a cercare immagini in internet, aspetto le tue foto per vedere se il posto è bello come lo immagino. Un abbraccio, salutami l'oceano!!!
Martedi, 20.12.2011 21:41 scritto da: Matias
Ciao, in questo momento mi trovo in Camaná, sull'oceano pacifico peruviano.
Ho ancora qualche ora di luce per pedalare, ma ho deciso di rimanere qui a dormire, magari accampandomi sulla spiaggia (dopo chiedo se è sicuro).
Domani mi avvicino ad Atico (ma forse non lo raggiungo, son 120km con parecchi sali e scendi...).
Qui sulla costa peruviana ci sono enormi dune di sabbia!
Martedi, 20.12.2011 07:16 scritto da: Bi.Ci.
Povero Matias,:quanta fatica e quanti malanni!
Tieni duro che nei prossimi giorni verso il Pacifico farà più caldo e poi penso che le strade saranno migliori.
Se trovi un bel posticino accogliente, fermati qualche giorno a riposare e a fare il Vacanziero!!!
Strabaci e Buon, buon, Buonissimo Natale, fra 5 giorni!!!
Martedi, 20.12.2011 01:50 scritto da: Matias
Ciao sono arrivato a Pedregal. Come spesso accade quando pianifico qualcosa di bello mi capita qualcosa.
Ieri da Chivay sono partito per Cabanaconde, sempre nel canyon del Colca. Un vento fortissimo e strada sterrata brutta (più molta salita).
Mi sono accampato la notte di fronte al mirador di Cruz del Condor ed ho avuto dolori di stomaco fortissimi e diarrea (più spossatezza incredibile).
Siccome da Cabanaconde avrei dovuto percorrere 130km di sterrato brutto per scendere a Pedregal ed era un percorso con molte salite iniziali e quasi per nulla trafficato (non passano bus), ho deciso di ritornare ad Arequipa e da li prendere un altro bus per Pedregal. Alla fine sono comunque arrivato dove avrei voluto arrivare con la bici.
In questo momento mi sento un po' meglio (ho preso qualche medicina) e domani se dio vuole scendo alla costa del pacifico raggiungendo Camanà e da li in 4 giorni a Nazca.
P.S. per fortuna in Chivay i cani mi hanno morso solo la scarpa che ha protetto il piede...nessuna ferita.
Domenica, 18.12.2011 21:16 scritto da: Bi.Ci.
Matias non farci spaventare! Quando andasti a Santiago de Compostela non avevi con te uno spray repellente per cani "maleducati e nevrotici"?
Oppure se te li vuoi ingraziare getta loro dei croccantini.
Facci sapere come è andata a finire. Baci!!!
Domenica, 18.12.2011 00:22 scritto da: Matias
Ciao sono arrivato a Chivay (prima tappa del canyon del colca).
Ho preso alle 3:50 del mattino un bus per ritornare all'incrocio di Patahuasi (dove ero passato all'andata per raggiungere Arequipa e dove parte la strada per il Colca e Cuzco).}
Alle 6 del mattino sono partito da Patahuasi ed ho raggiunto il punto piu' alto della giornata alle 3 del pomeriggio (4900m, nuovo record!).
Ho impiegato molto tempo (55km di salita in 8 ore...) per via del forte vento ovest contrario ed anche per l'altitudine (mi avvicino ai 5000m!).
Arrivato a Chivay sono stato accolto da 3 cani che mi hanno preso di sorpresa e morso...
Fortunatamente il cane bastardo mi ha preso la scarpa e non il piede, ma non voleva lasciare la presa...
Anche altri cani mi hanno fatto la festa...qui son tutti pazzi.
Venerdi, 16.12.2011 16:59 scritto da: Bi.Ci.
Caro Matias non è che le tue ruote, dopo 10.000 km. da rotonde ti sono diventate quadrate? Scherzi a parte spero che li in Perù ci siano dei bravi meccanici.
Bacioni!!!
Venerdi, 16.12.2011 15:14 scritto da: Matias
Ritardo di 1 giorno....
Ieri sera stavo preparando l'equipaggiamento ed ho riscontrato un problema alla ruota anteriore che gira storta. Oggi passo velocemente da un meccanico e vedo se riesce a sistemarla.
Venerdi, 16.12.2011 00:52 scritto da: Matias
Ciao domani riparto in bici.
Attraverserò il canyon del colca, poi i petroglifi di toromuerto ed infine raggiungerò Nazca (circa 850km in 10-11 giorni).
A Nazca vedrò le famose linee da un biplano e poi prenderò un bus per Cuzco, questo perchè voglio passare il capodanno lì e con la distanza ed il dislivello notevoli non farei in tempo.
Il diario lo aggiornerò a Nazca (forse), oppure a Cuzco (più probabile).
Giovedi, 15.12.2011 21:55 scritto da: Bi.Ci.
Bravo Matias per tutti gli accorgimenti tecnici: il tuo sito diventa sempre più bello ed interessante.
Ti auguro una buona notte, anche se lì è soltanto pomeriggio.
Giovedi, 15.12.2011 06:21 scritto da: Matias
Si ho messo qualche pezzo di musica andina di Jujuy (Argentina), un pezzo di tango moderno (Cuesta Arriba) e qualche pezzo di Mercedes Sosa.
La musica è in homepage e nella pagina delle gallerie. Quando ho tempo aggiungerò anche un pulsante per stopparla...
Yura s.a. credo sia un cementificio.
Giovedi, 15.12.2011 05:34 scritto da: Bi.Ci.
Ma la orrenda fabbrica Yura S.a. che cosa produce?
Hai notato che il binario ferroviario nella Quebrada Seca sembra una cerniera?
I paesaggi montuosi sono molto belli, ma che dire dei cieli!?
Per concludere: splendida l'idea di mettere la musica andina, quando si apre il tuo sito. Non me l'aspettavo!
Raggiungo Lima per il Capodanno - giorno 333 da Playa de Rosario de Asia a Lima - Sabato, 31 Dicembre 2011
Verso Lima - giorno 332 da Chincha Alta a Playa de Rosario de Asia - Venerdi, 30 Dicembre 2011
Islas Ballestas - giorno 331 da Paracas a Chincha Alta - Giovedi, 29 Dicembre 2011
Lascio la Oasi di Huacachina per Paracas - giorno 330 da Huacachina a Paracas - Mercoledi, 28 Dicembre 2011
150km da Nazca a Ica fino a Huacachina - giorno 329 da Nazca a Huacachina - Martedi, 27 Dicembre 2011
Linee di Nazca - giorno 328 Lunedi, 26 Dicembre 2011
Primo Natale lontano da casa - giorno 327 Domenica, 25 Dicembre 2011
Arrivo a Nazca - giorno 326 da Puerto Lomas a Nazca - Sabato, 24 Dicembre 2011
Puerto Lomas - giorno 325 da Playa Inca a Puerto Lomas - Venerdi, 23 Dicembre 2011
Deserto del sud peruviano e Playa Inca - giorno 324 da Playa Quebrada Honda a Playa Inca - Giovedi, 22 Dicembre 2011
Prima notte accampato sulla spiaggia - giorno 323 da Camanà a Playa Quebrada Honda - Mercoledi, 21 Dicembre 2011
Raggiungo l'oceano pacifico peruviano - giorno 322 da El Pedregal a Camanà - Martedi, 20 Dicembre 2011
L'ennesimo malore mi obbliga a prendere un bus per El Pedregal - giorno 321 da Cruz del Condor a Cabanaconde - Lunedi, 19 Dicembre 2011
Canyon del Colca - giorno 320 da Chivay a Cruz del Condor - Domenica, 18 Dicembre 2011
Viaggio a Chivay e 4900m del mirador dei 3 vulcani - giorno 319 da Puesto Patahuasi a Chivay - Sabato, 17 Dicembre 2011
Ritardo la partenza per il Canyon del Colca - giorno 318 Venerdi, 16 Dicembre 2011
Monasterio de Santa Catalina - giorno 317 Giovedi, 15 Dicembre 2011
Le mummie di Arequipa - giorno 316 Mercoledi, 14 Dicembre 2011
Primo giorno in Arequipa - giorno 315 Martedi, 13 Dicembre 2011
Arrivato ad Arequipa - giorno 314 da Imata a Arequipa - Lunedi, 12 Dicembre 2011
Prima nevicata a quota 4460m, nuovo record di altitudine e 10.000km - giorno 313 da Campo dopo Santa Lucia a Imata - Domenica, 11 Dicembre 2011
Si parte per Arequipa - giorno 312 da Juliaca a Campo dopo Santa Lucia - Sabato, 10 Dicembre 2011
Chullpas di Sillustani - giorno 311 da Puno a Juliaca - Venerdi, 09 Dicembre 2011
Islas flotantes degli Uros - giorno 310 Giovedi, 08 Dicembre 2011
Giornata di riposo in Puno - giorno 309 Mercoledi, 07 Dicembre 2011
Raggiungo Puno - giorno 308 da Campo dopo Juli a Puno - Martedi, 06 Dicembre 2011
Entro in Perù - giorno 307 da Copacabana a Campo dopo Juli - Lunedi, 05 Dicembre 2011
Ultimo giorno in Bolivia - giorno 306 Domenica, 04 Dicembre 2011
Isla del Sol - giorno 305 Sabato, 03 Dicembre 2011
Parto per la Isla del Sol - giorno 304 da Copacabana a Isla del Sol - Venerdi, 02 Dicembre 2011
Copacabana - giorno 303 Giovedi, 01 Dicembre 2011
Giorno n°
Paese
Stato
Località
Pros. tappa
Dist. totale
#966
Messico
Oaxaca
Oaxaca
Italia
29309 km
flickr mappa live google mappa live
immagine meteo
16° C
San Cristobal De Las Casas,Mexico
01.06.2017 - 03:46 AM
Vento: 4 km/h da SW
Umidità: 93%
Visibilità: 13 km
Precipitazione: 4.0 mm
Pressione: 1010 mb
% nuvole: 81%
vai a worldweatheronline.com
statistiche