Viaggi bici in solitaria

Camino de la Muerte - giorno 297
da La Paz a Coroico - Venerdi, 25 Novembre 2011
Distanza:
Orario:
Sulla bici:
69 km
08:00 - 17:00
4 h 44 m
Meteo:
Temperatura:
Velocità media:

10° min - 31° max.
14.6 km/h
Dislivello:
Altitudine max:
Terreno:
787 mt
4666 mt
sterrato + asfalto

Il famoso Camino de la Muerte, è la vecchia strada costruita dagli Inca, che collegava la zona di La Paz alla zona dell'Amazzonia, passando per una zona di transizione chiamata Los Yungas.

Il percorso di 35km, fino al 2007 era ancora transitato da camion e bus ed era a doppio senso.
Essendo un cammino spesso largo solo 3 metri, sterrato, con precipizi di 800m e senza protezioni, capitava spessissimo che cadessero nel vuoto diversi mezzi, con una media di 209 incidenti e 96 persone morte all'anno.
Il peggior incidente capitò il 24 luglio del 1983, quando un bus cadde nel vuoto e morirono più di 100 passeggeri.

Oggi questo percorso è stato chiuso al traffico pesante, perchè una nuova strada asfaltata passa dall'altro lato delle montagne del Nor Yungas, ed è diventata meta prediletta per le agenzie turistiche dedite a "sport estremi".

Rifiutando ogni tentativo di procacciatori d'affati, di partecipare a qualche escursione organizzata per il Camino de la Muerte, prendo una flota (bus) da Villa Fatima per raggiungere il punto di partenza della discesa, La Cumbre (4660m slm).

Da La Cumbre inizia una lunghissima discesa asfaltata, dove dopo 27km si trova il desvio per il vecchio percorso sterrato a Coroico.
Qui a 4660m fa davvero freddino, ma il paesaggio è sublime, con le nuvole che salgono spinte dai venti caldi della valle.
Mentre mi preparo vedo un altro cicloviaggiatore inglese che, partito da Lima (Perù), vuole raggiungere Santiago de Chile ed inoltre mi inorridisco a vedere decine e decine di turisti, che con le varie agenzie faranno il mio stesso percorso.
Dico che mi inorridisco, perchè queste agenzie li vestono come babbi natale, con pesanti tute impermeabili e caschi pesanti da ciclo cross, ma la cosa peggiore è che gli spiegano cose basilari, come frenare quando c'è una curva o non andare troppo veloce sul Camino de la Muerte.
Il giorno che uno mi spiegherà come usare una bici, sarà il giorno che smetterò di andarci!!!

Come dicevo prima i primi 27km sono asfaltati e si passa dai 4660m ai 3000m circa.
Il paesaggio è sublime, montagne rocciose avvolte dalle nuvole, dove scendono cascate ed una valle verdeggiante dove passano piccoli torrenti.
Al chilometro 27 la strada asfaltata prosegue fino a Coroico ed altre destinazioni, mentre a destra inizia il tragitto sterrato al Camino de la Muerte.

Raggiunto il punto di partenza intravedo in lontananza il percorso sterrato scavato nella montagna. E' una vista incredibile...tutto verde tranne questa stretta linea sinuosa che taglia la montagna in 2.
Il percorso è avvolto dalla nebbia/nuvole e molto umido. Pedalare con solo 3 metri di spazio e cadute di 600-800m al lato, spesso mi procura delle piccole vertigini, ma il fatto di avere controllo sul proprio mezzo è rassicurante rispetto al farsi trasportare da un bus guidato da un boliviano ubriaco!!!

Scendendo di quota spesso si passa dal freddo al caldo, da piccoli acquazzoni a sole che spacca le pietre.
Tranne quando passa qualche gruppo di turisti con i loro mezzi, il silenzio è interrotto solo dal suono rilassante delle cascatelle che tagliano il cammino e dal canto degli uccelli tropicali.
Purtroppo molti sfuggono alla mia vista ed allo scatto della mia Nikon.
La vegetazione è davvero lussureggiante e dopo tanto tempo di altopiani, steppe e deserti, sono ben contento di vedere qualcosa di diverso.

Dopo 35km di discesa raggiungo il villaggio di Yolosa a 1250m slm, dove inizia il percorso di 7km in salita alla cittadina di Coroico (1750m slm), una comunità afro-boliviana, dove i cittadini sono eredi degli schiavi portati in Bolivia dagli spagnoli, per lavorare nelle varie miniere di oro e argento.

Raggiungo Coroico alle 5 del pomeriggio e trovo alloggio in un piccolo ostello puzzolente per 2€ e mezzo.

Domani ripartirò per La Paz.

P.S. questo percorso entra di diritto tra i primi 10 luoghi più belli del mio viaggio. Appena ho tempo stilerò una classifica personale.

Vista di Coroico (1750m) Salita che da Yolosa (1220m) porta a Coroico Paesaggio poco prima di Yolosa a 1220m Ultimi chilometri finali della discesa del Camino de la Muerte Il bellissimo percorso con dirupi continua anche gli ultimi chilometri prima di Yolosa Un mezzo mi sorpassa verso Yolosa (bella la chiesetta in fondo) Il percorso nella selva delle Yungas verso Yolosa Il bellissimo paesaggio verso Yolosa (1220m) Scendendo di quota la vegetazione diventa meno selvaggia, ma sempre verdissima Una cicatrice della montagna nel percorso del Camino de la Muerte Sul percorso si incontrano molte croci in ricordo dei morti caduti nel vuoto Una delle tante curve del Camino de la Muerte Ogni tanto si incontra qualche casa nel Camino de la Muerte L'interminabile Camino de la Muerte a Coroico L'incredibile vegetazione tropicale delle Yungas (verso Yolosa) Los Yungas (Bolivia) I pochi mezzi che passano per questo percorso sembrano puntini Lo stupendo paesaggio delle Yungas Riprendo il cammino nelle Yungas In posa vicino a un dirupo (Camino de la Muerte) Il percorso spesso passa sotto cascatelle (Camino de la Muerte) Raggiungo un gruppo di ciclisti che con un'agenzia intraprendono il Camino de la Muerte Veduta de Los Yungas a Coroico L'incredibile Camino de la Muerte per Los Yungas Il Camino de la Muerte è spesso fangoso Vista di uno dei precipizi del Camino de la Muerte Il bel percorso sterrato a Coroico con nebbia La strada a doppio senso di marcia è spesso larga solo 3 metri e con precipizi di 800m L'impressionante percorso a Coroico Deviazione per Coroico ed entrata ufficiale al Camino de la Muerte In lontananza la deviazione per il Camino de la Muerte (a dx si va da un'altra parte) In lontananza l'inizio della famosa strada a Coroico Inizia il vecchio cammino a Coroico! Veduta della vallata dopo i primi metri del cammino vecchio a Coroico Un piccolo spuntino prima di raggiungere l'entrata al Camino de la Muerte Qualche baracca sul percorso La Paz Coroico Baracche sul crinale della montagna (verso Coroico) Il percorso asfaltato che va a Coroico inizia ad entrare nelle Yungas Vallata con laghetto prima del Camino de la Muerte Il bellissimo percorso La Paz - Coroico(2) La bellissima vallata verso il Camino de la Muerte Il bellissimo percorso La Paz - Coroico La strada passa accanto a enormi pareti di roccia Le nuvole coprono completamente i picchi delle montagne Bel paesaggio dopo La Cumbre(2) Il bellissimo paesaggio dopo La Cumbre, verso il Camino de La Muerte Bel paesaggio dopo La Cumbre Percorso verso il Camino de la Muerte Veduta della vallata I bei profili delle montagne con una cascata Belle montagne rocciose Paesaggio dopo La Cumbre (La Paz) Vista della Cumbre un paio di chilometri dalla partenza La valle è coperta dalle nuvole Alcuni ciclisti in partenza A 4660m ci sono molti banchi di nuvole che coprono la visuale (La Cumbre, La Paz) Folto gruppo di turisti in procinto di partire per il Camino de la Muerte Inizio della discesa a 4660m (La Cumbre, La Paz)
aggiungi un commento | (4)
Mercoledi, 30.11.2011 01:34 scritto da: Marina
bella l'idea della classifica dei luoghi visitati,chissà se è uguale alla mia.....potresti farne una parziale quando esci dal Sudamerica e via via fino ad arrivare a quella finale a conclusione del viaggio. Il Camino de la Muerte si merita il podio,è strabiliante!
Mercoledi, 30.11.2011 00:44 scritto da: Marina
cavolo Matias, che percorso!!!! Io soffro di vertigini e qualche foto mi ha fatto venire i sudori freddi,ma avrei voluto esserci!!!
Lunedi, 28.11.2011 22:45 scritto da: Maffi
Come sempre immagini che riempiono di suggestioni! :-)
Lunedi, 28.11.2011 19:59 scritto da: Bi.Ci.
Bellissima la foto di te sullo sperone!
Molto bella pure quella con il precipizio e la nebbia.
Raggiungo Copacabana - giorno 302 da Campo verso Tiquina a Copacabana - Mercoledi, 30 Novembre 2011
Riparto per il lago Titicaca - giorno 301 da La Paz a Campo verso Tiquina - Martedi, 29 Novembre 2011
Ultimo giorno in La Paz - giorno 300 Lunedi, 28 Novembre 2011
El Alto - giorno 299 Domenica, 27 Novembre 2011
Da Coroico ritorno a La Paz - giorno 298 Sabato, 26 Novembre 2011
Camino de la Muerte - giorno 297 da La Paz a Coroico - Venerdi, 25 Novembre 2011
Tiwanaku - giorno 296 Giovedi, 24 Novembre 2011
Qualche foto di La Paz - giorno 295 Mercoledi, 23 Novembre 2011
Terzo giorno in La Paz - giorno 294 Martedi, 22 Novembre 2011
Girovagando per La Paz - giorno 293 Lunedi, 21 Novembre 2011
Primo giorno in La Paz - giorno 292 Domenica, 20 Novembre 2011
Raggiunta La Paz - giorno 291 da Campo dopo Patacamaya a La Paz - Sabato, 19 Novembre 2011
Tormenta di vento verso Patacamaya - giorno 290 da Caracollo a Campo dopo Patacamaya - Venerdi, 18 Novembre 2011
Raggiunti i 4512m sulla strada tra Cochabamba e Oruro - giorno 289 da Campo prima di La Cumbre a Caracollo - Giovedi, 17 Novembre 2011
Una salita interminabile - giorno 288 da Campo dopo Quillacollo a Campo prima di La Cumbre - Mercoledi, 16 Novembre 2011
Riparto per La Paz al posto di Toro Toro - giorno 287 da Cochabamba a Campo dopo Quillacollo - Martedi, 15 Novembre 2011
Ultimo giorno in Cochabamba - giorno 286 Lunedi, 14 Novembre 2011
Dopo tanto tempo una vera pizza italiana in Cochabamba - giorno 285 Domenica, 13 Novembre 2011
Altro giorno in Cochabamba - giorno 284 Sabato, 12 Novembre 2011
Permesso di soggiorno scaduto - giorno 283 Venerdi, 11 Novembre 2011
Arrivato a Cochabamba e supero i 9000km - giorno 282 da Campo verso Cochabamba a Cochabamba - Giovedi, 10 Novembre 2011
Riparto per Cochabamba - giorno 281 da Totora a Campo verso Cochabamba - Mercoledi, 09 Novembre 2011
Visita a Totora - giorno 280 Martedi, 08 Novembre 2011
Viaggio a Totora - giorno 279 da Aiquile a Totora - Lunedi, 07 Novembre 2011
Giunto ad Aiquile - giorno 278 da Campo verso Aiquile a Aiquile - Domenica, 06 Novembre 2011
Viaggio verso Aiquile - giorno 277 da Sucre a Campo verso Aiquile - Sabato, 05 Novembre 2011
Ultima giornata in Sucre - giorno 276 Venerdi, 04 Novembre 2011
Ennesima giornata in Sucre - giorno 275 Giovedi, 03 Novembre 2011
Altra giornata in Sucre con disturbi intestinali - giorno 274 Mercoledi, 02 Novembre 2011
Qualche fotografia di Sucre - giorno 273 Martedi, 01 Novembre 2011
Giorno n°
Paese
Stato
Località
Pros. tappa
Dist. totale
#966
Messico
Oaxaca
Oaxaca
Italia
29309 km
flickr mappa live google mappa live
immagine meteo
16° C
San Cristobal De Las Casas,Mexico
01.06.2017 - 03:46 AM
Vento: 4 km/h da SW
Umidità: 93%
Visibilità: 13 km
Precipitazione: 4.0 mm
Pressione: 1010 mb
% nuvole: 81%
vai a worldweatheronline.com
statistiche